Cessione del Quinto: prestito personale per dipendenti e pensionati

La cessione del quinto è un tipo di finanziamento concesso ai lavoratori dipendenti pubblici e privati e ai pensionati, il cui rimborso avviene attraverso rate, il cui importo è trattenuto direttamente sullo stipendio o sulla pensione.

Le principali caratteristiche di questo prestito sono rappresentate: dall’entità della rata che non può essere superiore a un 1/5 della mensilità percepita, dalla durata massima di 120 mesi e da un’assicurazione sui rischi vita ed impiego obbligatoria. Quest’ultima è prevista dalla legge e serve a tutelare la società finanziaria che nel caso il richiedente perda il lavoro ha diritto di rivalsa sul TFR maturato, il quale rimane indisponibile per tutta la durata del prestito. Mentre nel caso di rischio vita l’assicurazione interviene senza chiedere nulla agli eredi.

La somma erogabile dipende dall’entità della mensilità percepita e anche dell’età, soprattutto per quanto riguarda i pensionati. Per ottenere il prestito è: necessario presentare il certificato di stipendio o la busta paga, nel caso di lavoratori dipendenti, il cedolino della pensione, per i pensionati, un documento di identità e la tessera sanitaria. L’istituto di credito una volta valutata la solvibilità del cliente, procede la preparazione del contratto e la stipulazione dell’assicurazione obbligatoria. Naturalmente la società finanziaria si occuperà anche di richiedere il consenso dell’azienda e dell’istituto di previdenza, prima di poter procedere con l’erogazione delle somme sul conto corrente indicato dal cliente.

La cessione del quinto, come tutti i finanziamenti, prevede dei costi, in particolare: gli interessi legati al tasso annuo nominale e al TAEG, Tasso Annuo Effettivo Globale, alle spese di istruttoria e assicurative ed alle commissione bancarie. Prima di firmare qualsiasi contratto è bene informarsi delle condizioni cui il prestito e soggetto, per maggiori informazioni si può visitare il sito www.cessionedelquintok.com.

La cessione del quinto permette di accedere a risorse finanziarie, utili a far fronte a esigenze di liquidità di un soggetto, come l’acquisto di un’auto, di mobili, di un viaggio, la ristrutturazione della casa, spese impreviste e qualsiasi altra necessità. I prelevamenti effettuati sullo stipendio inoltre rappresentano una garanzia per la società finanziaria che accoglie le richieste anche di soggetti protestati.

Lascia un commento