Tempistiche di Erogazione del Prestito Cambializzato

Quanto tempo occorre per poter ottenere un prestito cambializzato? Le tempistiche variano principalmente a seconda dell’importo richiesto. Diciamo che, in generale, possono volerci dalle 24 ore sino ad un massimo di tre giorni. Per alcuni si parla di prestiti personali con cambiali veloci ogni qual volta il finanziamento viene erogato in meno di 48 ore, si parla invece di prestiti velocissimi qualora il denaro fosse inviato sul conto del cliente in giornata o qualora la disponibilità del denaro è resa immediata con la consegna di un assegno circolare.

Ma come funziona un prestito cambializzato? Al di là della velocità di erogazione dello stesso, il suo funzionamento preclude l’utilizzo della cambiale. Non ci sono rate da pagare, solo cambiali. Perché si utilizza la cambiale? Viene utilizzata perché è un titolo esecutivo e ciò permette al creditore di poter avere accesso ai beni del debitore, tramite pignoramento, in caso di insolvenza.

Questo significa che se la persona debitrice omette i pagamenti delle varie cambiali, o anche solo di una singola cambiale, il creditore potrà appellarsi alle autorità competenti per richiedere il pignoramento dei suoi beni.

Perché usare la cambiale e non le normali rate dei più comuni prestiti personali? Il fatto che venga utilizzata la cambiale, proprio per il motivo che abbiamo sopra citato, rappresenta per il creditore un’ottima garanzia perché egli è cosciente del fatto che riuscirà a rientrare sempre nel suo investimento sia con le buone (tramite il corretto pagamento delle cambiali da parte del debitore sino alla completa estinzione del debito) e sia con le cattive (tramite la richiesta di pignoramento dei beni del debitore alle autorità competenti).

Questo permette quindi, al creditore, di potersi fidare anche di quei soggetti che solitamente sono considerati a forte rischio di insolvenza come i cattivi pagatori ed i protestati, soggetti che già in precedenza hanno avuto dei problemi di natura finanziaria.

Lascia un commento